MILANO: STUDIO CLINICO SULL'ENDOMETRIOSI

Carissime, tra i progetti dell’ A.P.E. Onlus vi è quello di aiutare e supportare le iniziative che abbiano come scopo la ricerca sull’endometriosi. Siamo quindi liete di comunicarvi un nuovo studio clinico proposto dalla Clinica L. Mangiagalli dal titolo: EFFETTO DELLA DIETA MEDITERRANEA E DELL’ATTIVITA’ FISICA IN PAZIENTI CON ENDOMETRIOSI SINTOMATICA IN TERAPIA ESTRO-PROGESTINICA O PROGESTINICA: UNO STUDIO CLINICO RANDOMIZZTO-CONTROLLATO. Nonostante le terapie ormonali rappresentino il fondamento terapeutico dell’endometriosi, il possibile ruolo adiuvante della dieta e dell’esercizio fisico potrebbe rappresentare un approccio complementare e realizzabile per il trattamento dei sintomi correlati a tale patologia. Obiettivo dello studio: L’obiettivo principale dello studio è valutare se un regime dietetico basato sui principi della dieta mediterranea associato allo svolgimento di un’attività fisica aerobica regolare secondo il modello “7-minutes workout”, versus l’attuale programma terapeutico che non prevede indicazioni specifiche sullo stile di vita, possa migliorare la sintomatologia algica nelle pazienti con endometriosi sintomatica (dolore pelvico con score NRS ≥ 4). Criteri di inclusione: - donne di età compresa tra i 18 e i 45 anni; - donne normopeso o sovrappeso (BMI compreso tra 18 e 29.9); - donne con endometriosi sintomatica (dolore pelvico con score ≥ 4 utilizzando una scala numerica da 0 a 10 punti); - donne non desiderose di prole; - donne in trattamento estroprogestinico o progestinico. Criteri di esclusione: - donne con patologie associate che possano causare dolori pelvici indipendentemente dalla presenza di endometriosi (ad esempio, varici pelviche ed esiti di salpingiti) o che presentino concomitanti patologie intestinali croniche (morbo di Chron o rettocolite ulcerosa); - pazienti con uropatia ostruttiva, stenosi intestinale subocclusiva, masse annessiali complesse o endometriomi tipici di diametro superiore ai 5 cm,verranno avviate alla chirurgia immediata; - donne obese (BMI ≥ 30) o sottopeso (BMI < 18); - donne che svolgono attività fisica agonistica; - donne che seguono regimi dietetici vegetariani-vegani; - donne affette da malattie metaboliche che richiedano specifiche indicazioni alimentari come nel caso di diabete e celiachia; - donne con ipersensibilità ad uno o più ingredienti della dieta somministrata; - donne con controindicazioni mediche allo svolgimento dell’attività fisica proposta (patologie cardiovascolari e problematiche ortopediche). Luogo: Clinica “L. Mangiagalli”, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico in Via della Commenda 12 a Milano. Per contattare la Clinica Mangiagalli potete scrivere a phamedendo@gmail.com